Itinerari Didattici: Verona Austriaca

Con la fine del periodo napoleonico nel 1815 e la Restaurazione sancita dal Congresso di Vienna, buona parte del nord Italia entrò a far parte dell'Impero Austriaco. Verona divenne ancor più di quanto fosse mai stata nella sua storia millenaria un punto strategico fondamentale. La città era infatti il punto d'accesso alla Val d'Adige l'inizio dell'asse viario che portava a Vienna e al cuore dei territori austriaci. A partire dal 1815, e ancor più a seguito dei moti del '48 quando sotto la spinta dei Savoia prese slancio il Risorgimento, Verona si trasformò in una vera e propria città-fortezza, così come il suo territorio, munito di un formidabile e avanzatissimo sistema difensivo con imponenti mura, terrapieni, bastioni, mura alla Carnot, polveriere e una cinta esterna di forti con il compito di tenere lontana o spezzare un'eventuale avanzata nemica. Per alloggiare e rifornire di equipaggiamenti l'immenso esercito di occupazione vennero inoltre realizzate caserme, un arsenale, palazzi per gli ufficiali del comando, un ospedale militare, un gigantesco panificio (la caserma Santa Marta, in foto) per il vettovagliamento.

Itinerari in Città

A Verona l'imponente opera architettonica austriaca è oggi ancora perfettamente conservata, ed è visitabile con uno specifico itinerario didattico guidato.
L'itinerario nella Verona austriaca è indicato per le scuole medie e superiore e, a seconda del tempo a disposizione, può comprendere:

l'Ospedale Militare - la Porta San Giorgio - la chiesa della Madonna di Lourdes un tempo forte San Leonardo - le Torricelle, l'area fortificata a nord di Verona - Porta Vescovo - Porta Campo Marzio - la Caserma Santa Marta - Palazzo Barbieri - Palazzo Carli - l'Arsenale austriaco.

In Provincia

In epoca austriaca Verona divenne il principale vertice di quell'inespugnabile sistema di forti denominato Quadrilatero, assieme a Peschiera, Mantova e Legnago.

La Verona Austriaca, e la sua provincia, con luoghi come Custoza e San Martino Solferino, può diventare un'importante meta per gite scolastiche che abbiano per tema le battaglie risorgimentali. Per maggiori informazioni sugli itinerari didattici guidati nella Verona Austriaca »


L'itinerario didattico nella Verona Austrica può svilupparsi seguendo varie tematiche: storiche, con l'illustrazione delle fasi del periodo che segue la caduta di Napoleone e del Risorgimento e architettoniche con gli aspetti funzionali degli edifici militari della città. Il percorso viene illustrato con un linguaggio adatto al livello degli studenti e può diventare un utile strumento di ripasso e approfondimento per gli studenti di ogni grado e classe. La durata della visita didattica di mezza giornata è di circa 2h30m e può essere eventualmente estesa (qualora ve ne fosse la richiesta) ad altri monumenti cittadini che si trovano sul percorso. Nel percorso full day è possibile estendere la visita anche a ulteriori monumenti sia in città, come i forti San Leonardo, Santa Sofia e altre costruzioni militari delle colline di Verona (Torricelle) o in provincia, con le fortezze di Peschiera del Garda o gli ossari di Custoza e San Martino e Solferino. Se la giornata lo permette vi sono delle aree appositamente allestite per il pranzo al sacco in centro città. Nel caso di pioggia è possibile prenotare delle aule in alcune strutture di istituti religiosi. Sono previsti sconti e tariffe agevolate a seconda delle stagioni e delle fasce orarie scelte per effettuare il proprio tour didattico. Per maggiori informazioni e dettagli contattate le guide di Verona: