VISITE GUIDATE A VERONA E PROVINCIA

Turismo a Verona - Valpolicella - Soave

Monumenti di Verona
 
Arena di Verona
Gran Guardia
Arche Scaligere
Giulietta e Romeo a Verona
Casa di Giulietta
Casa di Romeo
La Tomba di Giulietta
Le Mura di Verona
Piazza delle Erbe
Madonna Verona
Palazzo Maffei
Domus Mercatorum
Arco della Costa
Case Mazzanti
Torre dei Lamberti
Piazza dei Signori
Palazzi Scaligeri
Palazzo della Ragione
Loggia del Consiglio
Palazzo del Capitano
Scavi Scaligeri
Il Duomo di Verona
Sant'Elena
Strada Romana
Teatro Romano
Ponte Pietra
San Giorgio
Castel San Pietro
San Zeno
Castelvecchio
Arco dei Gavi
 
teatro romano verona
 


Teatro Romano

Il teatro fu tra i primi edifici monumentali costruiti dai romani a Verona ancora nel I secolo a.C. Fu realizzato sul colle a nord della città, a ridosso del fiume Adige, oggi chiamato Colle San Pietro, là dove probabilmente sorgeva il primissimo insediamento pre-romano di Verona. Oggi la cima del colle è occupata dall'imponente Castel San Pietro, la grande caserma di epoca austriaca, la cui possente sagoma è addolcita dai numerosi cipressi che la circondano.
I romani, che avevano mutuato il teatro dalla cultura greca di cui erano da sempre grandi ammiratori, realizzarono le sue gradinate utilizzando la naturale pendenza della collina, proprio come facevano i greci che non utilizzavano l'arco nelle proprie costruzioni. I greci realizzavano i teatri in modo che il mare facesse spesso da sfondo alla scena. A Verona invece il fiume Adige, e la città facevano da scenografia, una visione che ancora oggi, dopo duemila anni, incanta lo spettatore.
Il teatro romano di Verona doveva essere un edificio meraviglioso, come le ricostruzioni ideali nel Rinascimento, anche ad opera di Andrea Palladio, sembrano dimostrare. Era caratterizzato da un'imponente scena, riccamente decorata da statue e bassorilievi rinvenuti negli scavi, proprio di fronte al fiume Adige. La cavea, che poteva accogliere quasi diecimila spettatori, occupava la pendenza del colle, estendendosi su imponenti sostruzioni là dove la pendenza veniva a mancare, con un sistema di costruzione misto, greco-romano. Gli ingegneri romani, per isolare la gradinata dall'umidità della collina, scavarono un profondo fossato lungo tutto il corso del teatro.
Negli ultimi anni del'Impero Romano e con le successive invasioni barbariche, il teatro di Verona venne abbandonato prima e in seguito divenne area edificabile, nascosto da semplici edifici popolari, una chiesa, quella di San Siro e Libera e un monasatero.
La memoria del teatro tuttavia non andò perduta, tanto che architetti rinascimentali tra cui Andrea Palladio, provarono a immaginare come il teatro di Verona dovesse apparire nel suo splendore originario.
Fu la passione di un archeologo dilettante, Andrea Monga, a iniziare una campagna di scavi che progressivamente, a partire da fine '800, riportò alla luce l'antico monumento.
Oggi, dopo una serie di restauri, il teatro romano viene utilizzato per il Verona Jazz Festival e il Festival Shakespeariano in estate.
La chiesa di San Siro e Libera non venne demolita e ancora sorge sul teatro, così come il monastero dei gesutati, che è diventato il Museo Archeologico di Verona. In esso sono conservati reperti di epoca romana ritrovati nel corso degli scavi sia al teatro che nel resto del territorio veronese.
Negli itinerari alla scoperta della Verona Romana organizzati dalle guide turistiche di Verona per gli studenti in gita scolastica a Verona il Teatro Romano e il Museo Archeologico sono una mappa importante. Anche con l'itinerario generale di Verona, è possibile ammirare il Teatro Romano durante il giro panoramico in pullman lungo l'ansa del fiume Adige.

Per maggiori informazioni sugli itinerari didattici nella Verona romana o per una visita al Teatro Romano e Museo Archeologico non esitate a contattare le guide turistiche della città:




Le guide turistiche di Verona sono su verona tours -- Bookmark and Share

  » 

Informazioni : veronatour@gmail.com