La Casa di Romeo

In pieno centro a Verona vi è l'edificio chiamato da tutti Casa di Romeo. Con la storia di Giulietta e Romeo siamo nell'ambito della leggenda, e al momento non vi sono documenti o testimonianze che provino che un ragazzo di nome Romeo vi abbia mai realmente dimorato. Sembra però che il palazzo trecentesco sia stato effettivamente dimora dei Montecchi, o Monticuli secondo alcune versioni, famiglia di spicco della Verona medievale.

Guelfi contro Ghibellini

L'edificio, più che un elegante palazzo nobiliare, con le sue alte mura merlate e il tozzo torrione in semplici mattoni, ricorda un rude castello. Questo ci riporta ai tempi delle aspre guerre di fazione che insanguinarono la Verona di fine '200 e inizio '300, proprio il periodo in cui si ritiene che la vicenda di Giulietta e Romeo possa aver avuto corso. In quest'epoca, anche all'interno delle mura cittadine, la famiglie impegnate nelle loro faide, sentivano la necessità di proteggersi dal prevalere ora dell'una, ora dell'altra fazione. Sulle mura della casa di Romeo ancora è ben visibile la tipica merlatura ghibellina a coda di rondine.

Dante

I Montecchi, contrapposti ai Cappelletti, sono citati da Dante nella sua celebre invettiva all'interno del VI canto del Purgatorio, dove parla delle vane lotte tra guelfi e ghibellini che insanguinarono l'Italia. Dante fu a Verona per la prima volta proprio all'inizio del '300, durante la signoria di Bartolomeo della Scala che, secondo il racconto, era al potere a Verona quando ebbe luogo la tragica vicenda dei due sfortunati amanti. La casa di Romeo sorge proprio nei pressi dei palazzi e delle Arche Scaligere.

Non rassegnandosi al potere assoluto dei della Scala, pur facendo parte della medesima fazione ghibellina, pare che i Montecchi abbiano complottato per rovesciare la signoria. Scoperto il complotto, i congiurati vennero esiliati e i loro beni confiscati. Il palazzo dei Montecchi finì così ai Nogarola, famiglia molto vicina e fedele agli scaligeri.

La Visita

La cosiddetta casa di Romeo è oggi un'abitazione privata ed è quindi visitabile solo dall'esterno, comunque inserita nella maggior parte degli itinerari guidati a Verona, in particolar modo in quelli che hanno come tematica la Verona shakespeariana. Da qui è possibile arrivare rapidamente alla casa di Giulietta,  seguendo il percorso più breve, forse proprio quello che Romeo faceva per arrivare il più in fretta possibile dalla sua amata.
Al pian terreno una tipica osteria propone i piatti della tradizione veronese.

Per qualsiasi informazione, prenotazione di guide turistiche autorizzate, visite guidate e definizione di itinerari shakespeariani per visitare la Verona di Giulietta e Romeo scrivete a: